Grillo: “In Sanità bisogna riaprire i rubinetti degli investimenti” - 29/06/2018

Roma, 29 giugno 2018 – “Da circa dieci anni in Italia si sono ridotte le risorse destinate alla sanità. Sul finanziamento del servizio sanitario nazionale il mio impegno sarà massimo, così come massima sarà la mia intenzione di aprire i rubinetti degli investimenti, fermi da troppi anni”. E’ quanto ha dichiarato ieri dal Ministro della Salute, Giulia Grillo, intervenendo al 24esimo congresso nazionale dell’Anaao Assomed. “Ci si è dimenticati che investire in salute è uno dei capitoli più importanti per la ricchezza del Paese, non è una spesa - aggiunge Grillo -. Dobbiamo quindi far capire a tutti gli attori della società che la sanità va vista come un tema centrale nel dibattito”. La ministra si è poi soffermata sui prossimi altri obiettivi del suo dicastero. “La mia vera unica stella polare è migliorare la sanità pubblica mettendo in luce quelle eccellenze che non sono fiori nel deserto - ha aggiunto Grillo -. Quest'azione deve essere svolta attraverso la trasparenza che ci deve guidare in ogni atto. C’è poi un problema di carenza di comunicazione. Serve un'informazione più rivolta ai cittadini, che devono saper usare le nuove tecnologie come in fondo anche noi medici, in tempi di iper specializzazione come questi. La trasparenza deve essere invece utilizzata specialmente sul tema delle nomine, un argomento a me caro - ha concluso la ministra -. La sanità non deve stare sotto al bastone politico”.